Wi-Fi Alliance annuncia il nuovo protocollo WPA3


WiFi Alliance ha annunciato il nuovo standard di sicurezza per le reti wireless WPA3, che sostituirà WPA2 su tutti i dispositivi dopo quasi 20 anni, facendo compiere un nuovo salto di qualità alla sicurezza dei dispositivi.

La sicurezza delle reti wireless sta per conoscere una seconda giovinezza: a quasi 20 anni di distanza dall’introduzione del protocollo WPA2 infatti la WiFi Alliance, consorzio di cui fanno parte tra gli altri Apple, Microsoft e Qualcomm, ha finalmente annunciato lo standard WPA3.

Con la sempre crescente diffusione di smartphone e altri dispositivi mobili connessi, lo sviluppo dell’Internet of Things e i recenti allarmi come quello sollevato dall’attacco Krack effettivamente la soluzione al problema non poteva più essere procrastinata. Il nuovo standard quindi introduce diverse migliorie indirizzate proprio a risolvere alcune criticità del protocollo attuale.

Uno dei principali limiti di WPA2 ad esempio riguarda le reti WiFi aperte, come ad esempio nei locali, nei negozi o in aeroporti e stazioni: in questi casi infatti le singole comunicazioni all’interno di queste reti non sono cifrate e questo consente potenzialmente a chiunque di intercettare i dati di tutte le altre comunicazioni sullo stesso network. WPA3 invece utilizza la cifratura dati individuale di ogni singola comunicazione tra dispositivi e router, garantendo un più elevato livello di sicurezza.

Un altro miglioramento chiave in WPA3 è quello che riguarda la protezione contro gli attacchi brute force, che renderà più difficile per gli attaccanti indovinare una lista di password possibili. WPA 3 inoltre bloccherà il potenziale utente malintenzionato che abbia superato una certa soglia di tentativi.

Molto interessante è anche ‎la possibilità di utilizzare dispositivi dotati di Wi-Fi come pannello di configurazione per altri dispositivi WiFi nelle vicinanze. Ad esempio, un utente sarà in grado di usare smartphone o tablet per configurare le opzioni WiFi WPA3 di un altro dispositivo che non dispone di una schermata, ad esempio piccoli dispositivi IoT come serrature intelligenti, lampadine smart e altro ancora.‎ WiFi Alliance infine ha fatto sapere anche che WPA3 utilizzerà un nuovo protocollo di cifratura a 192 bit in linea con le indicazioni del CNSS (Committee on National Security Systems).

Il rollout di WPA3 dovrebbe iniziare già nei primi mesi di quest’anno ma ovviamente bisognerà attendere di più prima che i consumatori siano in grado di acquistare prodotti con supporto al nuovo protocollo.